COSA VEDERE A SALERNO IN UN GIORNO, una città ricca di storia inaspettata

Manuela/ luglio 10, 2018/ Approved by GetCOO

Scopri tutto sui monumenti che vedi con l'app GetCOO Travel

Get it on Google Play Download on the App Store

SALERNO è considerata spesso una città di passaggio. Il clima mite e la sua posizione, invece, la rendono una meta turistica ideale tutto l’anno per scoprire la ricca storia che la contraddistingue. Vi racconto cosa vedere a Salerno in un giorno!

Le prime testimonianze di Salerno risalgono al VI secolo a.C., ma la fondazione vera e propria avvenne nel 197 a.C. ad opera dei Romani. Nel corso dei secoli Salerno è stata dominata da varie popolazioni che l’hanno arricchita di contaminazioni artistico-culturali. Capitale di diversi Regni, tra cui quello longobardo, è la porta d’accesso anche alla vicina COSTIERA AMALFITANA e ai magnifici templi di PAESTUM.

Vi ho incuriositi? Scopriamo insieme cosa vedere a Salerno in un giorno passeggiando per il centro storico.

# Duomo

Dedicato a SAN MATTEO, il Duomo di Salerno può ricordare per certi aspetti architettonici l’Abbazia di Desiderio a Montecassino. Fu consacrato nel 1084 da papa Gregorio VII. La commistione di stili architettonici testimonia il susseguirsi di influenze culturali nel territorio. In particolare, queste si manifestano nell’atrio porticato di stile islamico, nei mosaici di stampo siciliano, nel portale bizantino e nella ristrutturazione barocca.

La cripta è il nucleo centrale della basilica ed è ornata di pregiati marmi policromi che la rendono davvero unica.

Cattedrale_di_san matteo cosa vedere a Salerno

Facciata del Duomo – Wikimedia Commons

# Museo Archeologico Provinciale di Salerno

Il Museo Archeologico Provinciale di Salerno è situato all’interno del complesso monumentale di San Benedetto. L’edificio di importante valore storico è stato restaurato dall’architetto napoletano Ezio De Felice. Al suo interno ospita i reperti provenienti dagli scavi effettuati nella provincia di Salerno, in particolare da Fratte, e da alcune collezioni private donate al Museo riconducibili ad un arco cronologico che va dalla Preistoria all’età romana.

Di particolare interesse è la testa bronzea di Apollo, elogiata da Ungaretti in una sua poesia. Apollo è stato esposto in numerosi musei nazionali ed internazionali, come al Getty Museum di Los Angeles.

museo archeologico provinciale Salerno Apollo cosa vedere a salerno

Testa di Apollo

Di fronte al convento benedettino è possibile far visita alla chiesa del monastero che ospita un crocifisso bizantino.

# Museo Virtuale Scuola Medica Salernitana

Salerno è stata la città con la prima scuola di Medicina al mondo. La leggenda narra che qui si incontrarono quattro maestri, un ebreo, un arabo, un greco e un salernitano che, mescolando la cultura araba con quella occidentale, avrebbero dato vita alla SCUOLA MEDICA SALERNITANA. Il Museo Virtuale, situato in pieno centro storico, ne ripercorre le tappe e racconta la storia degli alunni che nell’XI secolo iniziarono a frequentare la Scuola.

Appena fuori dal centro storico si trova il GIARDINO DELLA MINERVA, utilizzato a fini didattici per gli studenti che frequentavano la Scuola.

Giardino_della_Minerva_cosa vedere a salerno

Veduta dal Giardino della Minerva – Wikimedia Commons

# San Pietro a Corte

Se qualcuno mi chiedesse cosa vedere a Salerno assolutamente risponederei il COMPLESSO ARCHEOLOGICO DI SAN PIETRO A CORTE.  É una tappa immancabile del vostro itinerario di un giorno nella città salernitana. Il sito raccoglie tracce archeologiche di eventi cittadini che si sono susseguiti dal I secolo d.C.

La stratigrafia netta mette in evidenza l’unica testimonianza di architettura palaziale longobarda nella città, il Palazzo di Arechi II, duca di Benevento, che trasferì la capitale della Longobardia minore da Benevento a Salerno.
Come si evince da nome, la chiesa di San Pietro in Corte era la chiesa di corte. Le strutture longobarde poggiano su un complesso termale di epoca romana trasformato durante l’età paleocristiana in chiesa e cimitero.

La CAPPELLA DI SANT’ANNA, annessa da pochi anni agli scavi di San Pietro a Corte, fu costruita intorno al 1825. Tuttavia nel ‘Novecento prima divenne la bottega di un fabbro e poi fu adibita a rivendita di carbone, fino al suo abbandono. All’interno della cappella nel lato nord sono state scoperte resti di strutture romane in opus reticulatum.

San Pietro a Corte cosa vedere a Salerno

Veduta esterna della Cappella di Sant’Anna – Wikimedia Commons

# Luci d’artista

Cosa vedere a Salerno nel periodo natalizio? Ovviamente le coloratissime luminarie delle LUCI D’ARTISTA. Prendendo spunto dalla manifestazione culturale di Torino avviata nel 1998, dal 2006 anche Salerno si popola di originali luminarie progettate da artisti contemporanei che seguono temi precisi. Il posto più suggestivo dove ammirarle è sicuramente la Villa Comunale che si trasforma magicamente in un giardino incantato.

luci d'artista babbo natale cosa vere a salerno

Luci d’artista a Salerno

Please follow and like us:

Commenti

comments

Scopri tutto sui monumenti che vedi con l'app GetCOO Travel

Get it on Google Play Download on the App Store