GetCOO

Basilica Maria Santissima dell'Elemosina o Basilica della Collegiata

La basilica Maria Santissima dell'Elemosina, meglio conosciuta come Basilica Collegiata, è una chiesa tardo barocca posta lungo la via Etnea, a breve distanza dal palazzo dell'Università. Fu ricostruita nei primi anni del XVIII secolo, come gran parte della città di Catania, distrutta dal terremoto del 1693. Nel febbraio del 1946 papa Pio XII elevò la chiesa alla dignità di basilica minore. Il progetto è attribuito ad Angelo Italia, che ribaltò l'orientamento del nuovo edificio rispetto al precedente distrutto dal terremoto, in modo da farlo prospettare sulla via Uzeda (l'attuale via Etnea), prevista dal piano di ricostruzione.
La facciata, progettata da Stefano Ittar, è un magistrale esempio di barocco catanese.
La facciata campanile (tipica della tradizione siciliana) è su due ordini e nel primo ordine ha sei colonne in pietra, sormontate da una balaustra. Nel secondo ordine vi è un finestrone centrale ed ai lati quattro grandi statue di san Pietro, san Paolo, sant'Agata e santa Apollonia. Sul secondo ordine un elemento centrale ospita le campane.
Si accede alla chiesa mediante una grande scalinata, sulla quale, a delimitare il sagrato, è posta una cancellata in ferro battuto.




image